Materassi X-Bio con IVA agevolata al 4%

Tutti i materassi della linea X-BIO sono certificati Dispositivo Medico di Classe I. In quanto tali, per coloro a cui è riconosciuta la Legge 104/92, l'Aliquota iva è ridotta al 4% (piuttosto che al 22%).

Per fruire dell'IVA AGEVOLATA AL 4% l'acquirente deve presentare al venditore la seguente documentazione prima dell'acquisto:

  • Fotocopia del documento d'identità e del codice fiscale o della tessera sanitaria
  • Certificato - rilasciato dall'ASL competente - di Invalidità Civile o in alternativa di Handicap (legge 104/92) attestante l'esistenza di una invalidità funzionale che rientri tra le quattro forme ammesse - uditiva, motoria, visiva e del linguaggio - e il carattere permanente della stessa (ai sensi dell'art.2 comma 2 del DM del 14/03/98)
  • Prescrizione specifica del medico specialista dell'ASL di appartenenza, dalla quale risulti il collegamento funzionale tra la menomazione e l'acquisto del bene (ai sensi dell'art. 3 della legge N. 104/92)
  • Autocertificazione in cui l'acquirente dichiara di aver diritto all'applicazione dell'Aliquota iva agevolata al 4% per il prodotto ordinato (ai sensi dell'art. 2, comma 9 del Decreto Legge n. 669 del 31/12/1996, convertito dalla Legge n. 30/97). Con questa l'acquirente si assume tutte le responsabilità per dichiarazioni mendaci o incomplete.

Inoltre, sull'acquisto è possibile usufruire della detrazione fiscale del 19% al momento della dichiarazione dei redditi.

Compila il form per caricare la documentazione.

Puoi selezionare anche più di una casella.

Scarica l'autocertificazione cliccando qui ed allegala con gli altri documenti**

possibilità di caricare 4 file pdf

Autorizzazione al trattamento dei dati personali. Compilando questo modulo autorizzo il trattamento e la gestione dei dati immessi secondo quanto stabilisce il nuovo Regolamento Europeo (GDPR n. 679/2016) in materia di privacy e protezione dati personali.

*campo obbligatorio

**Si prega di notare che i nostri operatori non sono dei medici ed il modulo rappresenta un'autocertificazione. La totale responsabilità per dichiarazioni mendaci o  incomplete, non può essere controllata dagli operatori stessi, che pertanto non ne sono responsabili. La responsabilità è di chi compila l'autocertificazione, che è un documento ufficiale e come tale da considerarsi con valenza legale